Le Bande di Bollinger

Le Bande di BollingerIl trader statunitense John Bollinger è il padre del celebre indicatore le Bande di Bollinger, utile per individuate la volatilità presente su un mercato e verificare l’intensità del trend.

Le bande di Bollinger non sono altro che un fascio di tre medie mobili: banda superiore (upper band), media centrale (middle band) e la banda inferiore (lower band).

Bollinger costruisce le sue bande utilizzando un periodo di riferimento di 20 giorni, ma nulla ci vieta di modificare l’arco temporale di 10 o 40 giorni o del periodo che ritenete più interessante.

Per stabilire l’ampiezza della banda si fa uso della deviazione standard (ds). Essa misura lo scarto rispetto a una media di riferimento, di conseguenza misura la variazione di una serie storica.

Per ottenere le bande con un arco temporale di 20 giorni dobbiamo:

  1. Calcolare l’upper band sommando alla media mobile a 20 periodi moltiplicato per due.
    MM a 20g + (ds x 2)
  2. Lower band l’abbiamo sottraendo alla media mobile 20 periodi moltiplicata per due.
    MM a 20g – (ds x 2)
  3. Middle band la media centrale non sarà altro che la media mobile a 20 giorni.

Una maggiore ampiezza delle bande equivale ad un’alta volatilità. Mentre una minore ampiezza corrisponde ad una bassa volatilità.
Le bande convergenti rappresentano volatilità in aumento.

Segnali di acquisto e di vendita delle BB
Quando il grafico del prezzo esce dalla banda superiore e poi rientra, abbiamo un segnale short.
Quando il grafico del prezzo esce dalla banda inferiore e successivamente vi rientra, si ottiene un segnale long.
E’ più che ovvio che le Bande di Bollinger non sono altro che un’estensione del concetto elementare di devil e golden cross. Ossia quando la MM breve scende al di sotto di quella lunga c’è un segnale short (devil cross). Mentre quando la MM breve sale al di sopra della MM lunga abbiamo un segnale long (golden cross). Solamente che il golden cross lo si accetta sulla media mobile a 20 barre spostata in basso di 2 deviazioni standard (ds).

Conteggi sulle bande %b
Questa formula serve a verificare se effettivamente c’è stata un’uscita dalla banda.
(Chiusura – Banda inferiore)/(Banda superiore – Banda inferiore)

Calcolo dell’ampiezza della banda
Permette di evidenziare se c’è un forte aumento della volatilità, quindi preannuncia l’arrivo dell’indicazione short o long.
(Banda superiore – Banda inferiore)/Media Mobile


Apri un conto demo e ricevi 25 euro in regalo. Registrati subito

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on LinkedInShare on Reddit
Social tagging: > >

Comments are closed.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti, rispettando la privacy dei tuoi dati e secondo le normative europee. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie Informativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi