Figura Broadening Formation

Broadening formation

La broadening formation graficamente assomiglia ad un megafono.

La broadening formation è un patterns piuttosto singolare che si presenta in condizioni di alta volatilità, per lo più alla fine di un trend rialzista, quando un titolo evidenzia un grande movimento con poco senso.

Sul grafico appare come un megafono o un triangolo simmetrico capovolto che inizia dal vertice e non dalla base.
Di solito la broadening formattion si presenta con tre massimi crescenti e due minimi decrescenti: la figura si delineerà solo quando avviene il breakout della trendline inferiore, con i prezzi che scenderanno al di sotto dei minimi. In questa formazione i prezzi oscillano in un range sempre accompagnati da un aumento dei volumi.
Possiamo avere due tipologie di broadening formation: la broadening top e la broadening bottom.

  • La broadening top è la figura che si forma più frequentemente, la sua formazione grafica è una successione di tre massimi crescenti e di una linea che combina due minimi decrescenti. La sua peculiarità principale è racchiusa nei volumi che, in questa figura di inversione, tendono ad espandersi nella parte finale, segnalando un mercato volatile.
    La reazione dei prezzi e del volume in aumento comporta una situazione convulsa impossibile da controllare, chiaro sintomo che ci troviamo di fronte ad un mercato vicino ai valori massimi.
    Il segnale d’inversione ribassista lo abbiamo quando i prezzi scendono al di sotto dell’ultimo minimo relativo.
  • La broadening bottom è una conformazione che si verifica più raramente rispetto alla top, la distinguiamo individuando i massimi crescenti e i minimi discendenti che si formano al termine di un movimento ribassista.
    Due massimi crescenti racchiusi tra tre minimi decrescenti completano la formazione quando i prezzi rompono al rialzo il secondo massimo decrescente.
Social tagging: >

Comments are closed.