Movimento Direzionale dei prezzi

Movimento Direzionale dei prezziNel mercato valutario molti traders utilizzano l’indicatore Directional Movement (Movimento Direzionale) per verificare la forza del trend, trovare la direzione principale inseguita dai prezzi, acquistare e vendere.

Il Movimento Direzionale nasce per merito di J. Welles Wilder, famoso ingegnere americano padre dei più importanti indicatori in software di analisi tecnica. Difatti molte piattaforme (inclusa Metatrader) mettono a disposizione dei traders questo indicatore tecnico.
Una delle caratteristiche più interessanti del Movimento Direzionale è quello di mostrare nello stesso momento l’impeto dei compratori rialzisti e dei venditori ribassisti.

Graficamente e composto da tre linee che oscillano tra 0 e 100:

  • La prima linea Average Directional Movement Index (ADX) misura la forza della tendenza del mercato. Con un valore >20 punti vuol dire che i prezzi sono in una fase di trend. Con un valore <20 il mercato è in una fase di consolidamento.
  • La seconda linea Positive Direction Indicator (+DI Line) misura la forza rialzista.
  • Negative Direction Indicator (-DI Line) è la terza linea che rappresenta la forza ribassista.

Per tradurre le indicazioni del Movimento Direzionale bisogna seguire le seguenti 3 regole:

  1. Se la prima linea è maggiore a 20 punti ed è crescente il mercato è in una fase di trend direzionale.
  2. Se la prima linea è superiore a 20 punti è la seconda linea è superiore alla terza linea, l’inclinazione del mercato è al rialzo.
  3. Se la prima linea è superiore a 20 punti e la seconda linea è inferiore alla terza, vuol dire che la tendenza del mercato è ribassista.

Il Movimento Direzionale dei prezzi è utile anche come segnale di acquisto e di vendita.
Fermo restando che Average Directional Movement Index sia in fase crescente e superiore a 20 punti:

  • Conviene acquistare quando la seconda linea (+DI Line) incrocia, dal basso verso l’alto, la terza linea (-DI Line) con l’ADX.
  • Il segnale di vendita lo abbiamo quando la terza linea (-DI Line) incrocia, dal basso verso l’alto, la seconda linea (+DI Line) con ADX.
Social tagging:

Comments are closed.