Piattaforme di Trading (guida alla scelta)

Piattaforme di TradingPer fare trading abbiamo bisogno di strumenti hardware e software. L’hardware sono le piattaforme messe a disposizione dai brokers, i software sono i programmi di analisi tecnica e fondamentale (Trading System o Expert Advisors).
Non è un caso che i traders che dispongono dei migliori strumenti sono anche quelli che ottengono i maggiori profitti. Quindi è naturale chiedersi come si sceglie lo strumento migliore?
Una domanda ovvia alla quale non è facile rispondere. Perché nella realtà ogni trader è diverso da un’altro. Gli strumenti finanziari sono come un capo di alta moda che deve essere fatto su misura. Una piattaforma e dei programmi di analisi tecnica devono essere scelti in base alle proprie esigenze e capacità.

Sono moltissime le variabili che differenziano un trader da un altro: il capitale iniziale, il tempo a disposizione, il livello di esperienza e conoscenza dei mercati e molto altro ancora. Quando si fa una scelta intervengono mille considerazioni diverse sia di carattere personale che economico.

Senza dubbio la prima cosa da fare è registrarsi con più brokers per provare le demo messe a disposizioni e, in lacuni casi, sarà opportuno fare delle esperienze live per capire esattamente la dinamica di questi strumenti finanziari.

Guida ala scelta
Per coadiuvarvi in questa difficile decisione elenchiamo alcuni aspetti di carattere tecnico dei principali strumenti di trading online.
Le piattaforme di trading vanno divise in tre categorie:

  1. Desktop funzionanti sui principali sistemi operativi come Microsoft Windows e Apple OS X).
  2. Applicazioni online accessibili da browser come Mozilla Firefox, Google Chrome…).
  3. Applicazioni mobile per tablet e smartphone o app native per sistemi mobile come Apple oOS o Google Android).

Metatrader è la piattaforma di trading più inflazionata tra i brokers. Questo suo largo impiego ci mette nelle condizioni di cambiare broker più facilmente senza il bisogno di imparare nuovamente il funzionamento e le caratteristiche di un’altra piattaforma. Dopo la Metatrader la più “gettonata” è la Visual Trader.
Esistono anche broker che forniscono piattaforme personalizzate, per esempio Plus500. L’estrema facilità d’uso di questa piattaforma è un ottimo punto di partenza per molti trader che vogliono imparare e, al contempo, crescere con strumenti di alto livello.

Piattaforme di trading in java
Sempre più brokers offrono piattaforme in tecnologia java che non richiedono il download. Sono molto utili per tenersi sempre informati senza perdere di vista i mercati. In Java possiamo operare anche con il nostro smartphone, tablet o cellulare 3G. Per contro possono diventare seriamente scomode in fase operativa, per esempio se avviene un refresh proprio nel momento in cui stiamo dando un ordine al mercato.

La raccomandazione è quella di non cambiare mai la configurazione di base della piattaforma, a meno che non siate degli esperti.

Social tagging:

Comments are closed.