La ripresa dell’Italia resta incerta

Ripresa dell'Italia resta incertaNovembre 2016. Dal fronte della crescita economica arrivano segnali positivi dagli Usa ed anche dall’Eurozona, ma secondo i dati Istat, la ripresa dell’Italia resta incerta.

Nella nota mensile relativa al mese di ottobre, l’Istituto nazionale di statistica, ha registrato un calo dei consumi nonostante sia aumentato il potere d’acquisto delle famiglie italiane. Confcommercio conferma le stime che convergono in un preoccupante ritorno della stagnazione.

Anche se ci sono stati dei segni più, è cresciuta anche la produzione industriale, il bilancio da inizio anno resta negativo. Nei primi sei mesi dell’anno c’è stata un significativo aumento dell’occupazione, ma tra luglio e settembre il dato è rimasto stazionario. Se da una parte aumenta l’indice di fiducia delle imprese, quello delle famiglie è in ribasso.

L’analisi di Confcommercio è confermata da Codacons, la quale sottolinea che con la mancanza di incentivi il quadro è destinato a restare invariato. In questa situazione le famiglie preferiscono risparmiare.

Tutt’altra aria si respira in Usa e nell’Eurozona, dove gli indicatori evidenziano un rafforzamento della ripresa.

Social tagging: >

Comments are closed.